Relazioni di successo: come crearle e mantenerle

La nostra vita è un intreccio inestricabile di relazioni. Non esiste persona al mondo che possa esimersi dal rapportarsi con gli altri, che si tratti di familiari, amici e colleghi oppure dei vicini di casa, della cassiera al supermercato o di quel fornitore che ti chiama una volta ogni sei mesi.

Nessun rapporto umano andrebbe sottovalutato, perché, indipendentemente da quanto sia stretto, è proprio la capacità di creare e mantenere relazioni efficaci ad influenzare il tuo successo, sia nella vita privata che nel lavoro.

Come ci si può relazionare in maniera corretta e duratura con chi ci circonda? E in che modo la qualità della relazione può garantirci dei benefici?

In questo articolo, scopriremo proprio la risposta a queste domande.

Come-creare-relazioni-di-successo.jpg

Partiamo dall’ingrediente base, senza il quale sarebbe impossibile costruire un rapporto sano e fruttuoso: la credibilità.

Non è certo un segreto che, dimostrando coerenza fra ciò che dici, ciò che fai e le emozioni che trasmetti, puoi guadagnarti la fiducia e il rispetto altrui.

Immagina quanto più serena e facile sarebbe la tua vita se le persone con cui ti confronti quotidianamente remassero tutte nella tua stessa direzione. Potrebbe sembrarti un’utopia, ma la realtà è che, in buona parte, dipende tutto dalla tua abilità nel relazionarti con gli altri.

Instaurare relazioni di successo significa:

1. Allontanare l’indifferenza e la resistenza delle persone

2. Ottenere collaborazione

3. Influenzare positivamente gli altri e guidarli verso un obiettivo comune

4. Dimostrare la tua leadership

Sono tutti fattori che contribuirebbero enormemente al raggiungimento dei tuoi obiettivi, in ogni ambito della tua vita.

Prima di scoprire quali sono i segreti per creare e mantenere relazioni di successo, vale la pena identificare i segnali di allarme di un rapporto deteriorato.

I 7 sintomi di una relazione disfunzionale

Solo perché non ci si mette le mani addosso e non si litighi da mattina a sera, non vuol dire che una relazione sia brillante. Anche un rapporto apparentemente sereno può nascondere delle anomalie che, a lungo andare, possono portare a rottura definitiva.

Vediamo insieme i 7 sintomi più comuni:

1. Mancanza di fiducia

2. Declinazione di responsabilità

3. Timore del conflitto

4. Disattenzione verso gli impegni presi

5. Scarso focus sul risultato

6. Limitato controllo degli stati d’animo

7. Cattiva comunicazione

La presenza di uno o più segnali indica una crepa nella relazione e, di conseguenza, limita il successo ed i benefici che ne possono derivare.

Se in una coppia, un partner disattende costantemente le promesse fatte, verrà inevitabilmente a mancare la fiducia e la relazione sarà soggetta a spiacevoli alti e bassi.

Se in un team di lavoro non c’è una comunicazione chiara ed efficace, mancherà allineamento verso l’obiettivo prefissato e la responsabilità di un eventuale fallimento verrà rimbalzata da un collega all’altro senza soluzione.

Ora che sappiamo quali sono i fattori dal quale stare in guardia, come possiamo creare una relazione di successo?

Il giusto atteggiamento per Relazioni di Successo

Già molte volte abbiamo sottolineato l’importanza che il nostro atteggiamento assume nella scalata verso il successo. Anche nell’ambito delle relazioni interpersonali, l’attitudine con cui ci poniamo fa la differenza.

Non stiamo parlando strettamente di mindset vincente, ma della più generica capacità di mettere in campo queste quattro condizioni:

Coerenza
Quello che pensi e comunichi dovrebbe riflettersi nel modo in cui agisci

Carisma
Sfrutta le tue doti e il tuo fascino per esercitare un forte ascendente sugli altri e diventare un leader

Fiducia in sé
Non potrai mai raggiungere la leadership se non sei convinto delle tue capacità

Simpatia
Un pizzico di ironia e autoironia non guasta mai

Ora, come valuti il tuo atteggiamento?

Un vero leader è in grado di sfoderare tutti e quattro questi elementi. Quando una personalità piacevole, simpatica ed empatica va di pari passo con un carattere deciso, in grado di definire gli obiettivi, assumersi le responsabilità e lavorare sodo, le probabilità di successo, nelle relazioni e nella vita in senso lato, sono garantite.

Non bisogna dimenticare, però, che ogni relazione implica la presenza di almeno due persone, dunque, per farla funzionare non è sufficiente concentrarti su te stesso, ma dovrai considerare attentamente anche chi hai di fronte, imparare a comprenderlo e a controllare le tue reazioni ed emozioni.

Consapevolezza delle differenze

Quando ci si trova ad avere a che fare con le altre persone, bisognerebbe sempre partire da un presupposto: ognuno è fatto a suo modo. Ciascuno ha le proprie convinzioni, i propri valori e le proprie motivazioni. Non è detto che quello che fa star bene me, faccia stare bene anche te e viceversa.

Facciamo un esempio concreto, un grande classico: donne vs. uomini.

Inutile negarlo, veniamo da due pianeti differenti. Se la donna è più interconnessa, guarda la realtà nella sua globalità, elabora contemporaneamente più informazioni e analizza i dettagli, l’uomo tende a fare esattamente l’opposto, si concentra su una situazione per volta, ha un pensiero analitico e un approccio settoriale al problema. La donna è più istintiva, l’uomo più razionale. La donna è più empatica ed emotiva, l’uomo più dominante e pragmatico.

Ignorare queste differenze e pretendere che l’altro/a pensi, si emozioni e si comporti esattamente come te, può portare solamente a gigantesche incomprensioni.

“Tanto tempo fa, i marziani e le venusiane si incontrarono, si innamorarono e vissero felici insieme perché si rispettavano e accettavano le loro differenze. Poi arrivarono sulla Terra e furono colti da amnesia: si dimenticarono di provenire da pianeti diversi.”
(tratto dal libro “Gli uomini vengono da Marte, le donne da Venere” di John Gray)

Lo stesso concetto vale per qualsiasi tipo di relazione, quella con un figlio o un amico oppure quella con un collega, un cliente o un fornitore.

Per riuscire a instaurare un rapporto di fiducia e stima, sarebbe utile innanzitutto mettersi nei panni dell’interlocutore e prendere consapevolezza del suo punto di vista.

In fin dei conti è risaputo: per essere un buon comunicatore, bisogna prima saper ascoltare.

Relazioni di successo e comunicazione di qualità

Non mi stancherò mai di sottolineare l’importanza di saper comunicare in maniera efficace, perché la qualità della nostra vita è direttamente proporzionale alla qualità della nostra comunicazione.

Ti sei mai chiesto perché comunichiamo? Qual è l’obiettivo ultimo di qualsiasi nostra comunicazione?

Noi comunichiamo per stare bene.

Il segreto di una comunicazione di qualità è riuscire a creare un legame con l’interlocutore che evochi in entrambi una sensazione di benessere, a breve e lungo termine. Appianare le divergenze e focalizzarsi su un obiettivo comune, in modo chiaro ed efficace, così da evitare fraintendimenti.

Questi sono gli elementi chiave per creare e mantenere nel tempo dei rapporti sani, positivi e duraturi sia nella vita di tutti i giorni che in ambito professionale.

Controllo emotivo e autostima

L’uomo, per sua natura, è un animale sociale e trova piacere e realizzazione nel riscontro che riceve dall’esterno. Il successo dunque può essere considerato come il riflesso di una comunicazione ben riuscita con chi ci circonda.

Ne consegue che le nostre relazioni influenzano le nostre emozioni e viceversa.

Ma non può essere solamente quello che gli altri pensano di noi a determinare il nostro grado di realizzazione. La base di partenza dovrebbe essere una buona autostima.

Ti sei mai fermato ad auto-osservarti? Come ti giudichi?

La qualità del rapporto che hai con te stesso influenza la tua capacità di entrare in sintonia con gli altri. Se hai una buona percezione di te stesso, dei tuoi valori e delle tue qualità, allora ti muoverai nel mondo con la sicurezza e la tranquillità proprie di un leader.

Un mindset vincente attira il successo come una calamita.

Avere una buona autostima ti permette di:

– Definire i tuoi obiettivi in modo chiaro

– Avere maggior consapevolezza delle tue emozioni

– Pensare positivo sempre

– Sentirti un leader ed agire come tale

– Entrare in relazione con gli altri, senza cercare necessariamente la loro approvazione

Autostima.jpg

Come diceva un famoso slogan, “La potenza non è nulla senza controllo”, anche per mantenere un rapporto sano e duraturo è necessario saper gestire in maniera equilibrata il tuo stato d’animo e la fiducia che riponi nelle tue capacità.

Autocontrollo e autostima sono due elementi chiave per la riuscita di una relazione di successo e dovrebbero andare di pari passo. Lasciarsi dominare dall’ego e dallo stress emotivo, offusca la capacità di instaurare una comunicazione efficace e di innescare sensazioni positive, destinando quindi al fallimento ogni tentativo di raggiungere il risultato desiderato.

Ecco 4 errori da evitare:

1. Generalizzare le situazioni

2. Fare continui paragoni e distorcere la realtà

3. Pretendere che sia l’altro a cambiare o ad assumersi tutte le responsabilità

4. Non saper accettare compromessi

“Potete immaginare, creare e costruire il luogo più meraviglioso della terra ma occorreranno sempre le persone perché il sogno diventi realtà.”
(Walt Disney)

Alcune relazioni iniziano per caso, altre le cerchiamo. Piantiamo il seme mettendo in campo le nostre migliori qualità e le coltiviamo con un atteggiamento positivo, con le nostre emozioni, con la consapevolezza delle nostre differenze e con la sicurezza di ciò che possiamo dare e ottenere.

Le relazioni che intrecciamo hanno il potere di guidarci verso i nostri obiettivi oppure allontanarci dalla meta.

Se sei interessato ad approfondire le strategie per creare e mantenere una relazione di successo, sia nella vita privata che nel mondo professionale, partecipa al webinar “Sviluppa l’arte vincente di creare RELAZIONI DI SUCCESSO” che terrò online il 21 aprile 2021.

Condividerò con te i segreti per creare legami efficaci, duraturi e appaganti, partendo da te e dalla tua personalità.

Relazioni-di-Successo.jpg

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbe interessare anche

Manuela Campanozzi
Il FLY del Triveneto vola!

Nuovo record per il programma di formazione FLY della Roberto Re Leadership School: formate 1700 persone in soli 65 giorni!

Non dire che…

Non dire che non hai tempo e non hai le energie. Non dire che non hai voglia. Si sincero con te stesso.

Tre nuovi protagonisti

Tre nuovi manager hanno intrapreso con successo un percorso di formazione con la Roberto Re Leadership School…

Condividi sui social

Facebook
LinkedIn
WhatsApp